Pneumatici auto: quali sono i migliori?

Il sito https://www.gomme-auto.it ha raccolto nove test di pneumatici estivi appartenenti a fasce di prezzo diverse per studiarne le prestazioni in particolari condizioni atmosferiche e verificare i rischi che presenta la guida con pneumatici usurati.

Le nove gomme estive hanno dovuto superare dei test che avevano l’obiettivo di valutare le performance degli pneumatici soprattutto quando le condizioni meteorologiche non sono del tutto favorevoli. In particolare, la frenata o la sterzata su bagnato potrebbero diventare molto rischiose se
non si dispone di gomme adeguate o si viaggia con gomme usurate. Le prestazioni su bagnato dimostrano quanto sia pericoloso scegliere pneumatici economici, che possono avere performance buone su asciutto, ma rivelano una serie di carenze dal punto di vista della sicurezza su superfici bagnate. Ad esempio, come ricorda Mario Pieve di gomme-auto.it, in alcuni dei test svolti tre pneumatici hanno avuto prestazioni migliori nella sterzata su bagnato rispetto alla sterzata su asciutto, ma non nella frenata su bagnato. E questo potrebbe essere un problema poiché è molto importante per un automobilista che uno pneumatico assicuri uno spazio di frenata breve, soprattutto su bagnato.

Lo spazio di frenata di tutti gli pneumatici è più lungo su bagnato (in media 2 m in più rispetto all’asciutto se si avanza a una velocità di 80 km/h). Del resto, la distanza di frenata su bagnato è sempre un problema, che si aggrava ulteriormente se gli pneumatici sono usurati.

Pneumatici usurati

Secondo le norme del Codice della strada, la profondità degli intagli del battistrada degli autoveicoli non deve essere inferiore a 1,60 mm, ma se si vuole viaggiare in tutta sicurezza la profondità non dovrebbe scendere al di sotto dei 2 mm.

Mentre su asciutto gli pneumatici usurati hanno performance perfino migliori di quelli nuovi, il contrario accade su bagnato in cui gli pneumatici con intagli del battistrada inferiori a 2 mm diventano molto pericolosi. Infatti, nella frenata su bagnato gli pneumatici usurati impiegano circa 11 metri in più per fermarsi rispetto a quelli nuovi. Ossia una distanza di tre volte circa quella di una macchina e del 40% in più di quella di pneumatici nuovi.

Gli pneumatici usurati peggiorano notevolmente le performance in genere, ma nella frenata su bagnato il livello delle prestazioni precipita. Perciò, per viaggiare in modo sicuro, è necessario provvedere al
cambio degli pneumatici quando il battistrada appare usurato, anche se legalmente potrebbero essere ancora utilizzati.

Per valutare le performance, gomme-auto.it ha analizzato in particolare a otto prove: 4 su bagnato, 3 su asciutto e 1 sulla rumorosità. La prima posizione è stata conquistata dallo pneumatico Yokohama Advan Sport V105 per le ottime prestazioni in ognuno degli 8 test. (Nelle dimensioni 205/55 R 16 91V lo Yokohama Advan Sport V105 costa 73,90 €, IVA e spedizione inclusi)

Yokohama Advan Sport V105

Tra gli altri pneumatici piazzatisi in buona posizione figurano il Continental ContiPremiumContact5 (nelle dimensioni 205/55 R 16 91V costa 73,50 €), il Dunlop Sport Maxx RT (nelle dimensioni 205/55 R16 91Y V1 costa 79,50 €), il Michelin Primacy 3 ST, il Toyo Proxes T1 Sport (nelle dimensioni 205/55 R16 94W XL costa 69,00 €) e il Lassa Impetus Revo.

Tra gli pneumatici con buone prestazioni vi sono il Goodyear EfficientGrip Performance (nelle dimensioni 205/55 R16 91V costa 66,30 €) e il Roadstone N Blue ECO.

Ultimo, a causa dei problemi della frenata su bagnato, è il MOMO M3 dell’azienda italiana Momo Tires, lo pneumatico più economico.

Pneumatici auto: quali sono i migliori? ultima modifica: 2017-09-01T18:38:40+00:00 da infogomme admin

Cosa vuoi aggiungere ? Lascia un commento