Gomme Termiche

pneumatico estivo ed invernale

Utili non solo in caso di neve, le gomme termiche sono una buona soluzione per l’inverno e per la loro elevata sicurezza in caso di neve sono obbligatorie per legge in alcune zone del nostro Paese. Ma quali gomme termiche scegliere e come evitare spese eccessive ?

La circolazione delle vetture e la disciplina degli pneumatici da montare è stabilita dalla Direttiva ministeriale del 16 gennaio 2013.

Nel testo si legge che in tutta Italia e salvo estensioni temporali le ordinanze che regolano la circolazione con gomme invernali sono in vigore dal 15 novembre al 15 aprile, con un periodo di proroga di un mese .

Ma serve davvero cambiare pneumatici con l’arrivo della stagione fredda o è solo una spesa inutile?


Al di là dei già citati regolamenti e degli obblighi di legge, le gomme termiche offrono soprattutto più sicurezza, per sé, per le persone che trasportiamo in auto, e anche per chi viaggia sulla stessa strada. Infatti, questo particolare tipo di ruota ha un grip migliore rispetto a quelle estive, e in particolare hanno più presa sui fondi bagnati o a temperature molto basse, riducono gli spazi di frenata e migliorano la tenuta di strada.

Non esiste un solo modello di gomma termica, perché le indicazioni possono variare a seconda delle caratteristiche climatiche e delle condizioni della strada del posto in cui guidiamo il nostro veicolo, ma di sicuro se durante il periodo invernale le temperature si avvicinano frequentemente allo 0, è il caso di cambiare, perché gli pneumatici standard tendono a indurirsi e a perdere parte delle caratteristiche di tenuta già intorno ai 7 gradi.

Tutto dipende dal diverso tipo di intaglio e di mescola tra i due principali pneumatici: il battistrada di quelli invernali è creato con una miscela che mantiene la morbidezza e la caratteristica di tenuta, è fitto di intagli (che servono proprio a far presa sulla neve e sul bagnato, consentendo di smaltire bene l’acqua che si accumula sull’ asfalto), così come di lamelle che, imprigionando i fiocchi, permettono di sfruttare l’aderenza con quelli presenti sulla strada. Il fattore più importante è comunque lo spessore del battistrada: il codice stradale prevede un limite minimo di 1,6 millimetri (lo stesso imposto per le gomme estive), ma la raccomandazione è di non scendere mai sotto i 3 millimetri. Per verificare se lo pneumatico che abbiamo ha uno spessore sicuro, si può effettuare una semplice prova: inserire una moneta da 2 euro tra i tasselli. Se questi arrivano a toccare la porzione interna (quella dorata), superando quindi il contorno argenteo, si può stare tranquilli.

(puoi leggere l’articolo originale su www.lamianuovaclio.it )

Gomme Termiche ultima modifica: 2014-08-11T22:59:44+00:00 da infogomme admin

Cosa vuoi aggiungere ? Lascia un commento