Come è fatto uno pneumatico

come è fatto uno pneumaticoSe a guardarli vi sembrano solamente dei cerchi in gomma, in fondo tutti uguali, vi sbagliate di molto.

Quello che vediamo è solo l’esterno della gomma, su cui già si possono intravedere diverse soluzioni tecnologiche (nei tagli del battistrada che sono assolutamente non casuali), che nasconde una tecnologia ed una ricerca al fine di rendere lo pneumatico robusto e sicuro.

Come possiamo vedere nell’illustrazione, uno pneumatico è costituito da diverse componenti.

Il tallone è un anello di cavo di acciaio ad alta resistenza rivestito in gomma. Dà allo pneumatico la forza di cui ha bisogno per rimanere stretto al cerchione e di gestire le forze applicate dalle macchine di montaggio degli pneumatici quando sono montati sui cerchi.

Il corpo è costituito da più passaggi di tessuti diversi, chiamati strati. Il tessuto più comune è una tela in corde di poliestere. Le corde in uno pneumatico radiale sono perpendicolari al battistrada.  Le tele sono rivestite di gomma per aiutare il loro legame con gli altri componenti e per sigillare l’aria.

La forza di un pneumatico è spesso indicato con il numero di strati che ha. La maggior parte degli pneumatici hanno due strati nel corpo. In confronto, i grandi aerei commerciali hanno spesso pneumatici con 30 o più veli.


Negli pneumatici radiali rinforzati delle cinture in acciaio vengono utilizzate per rinforzare la zona sotto il battistrada. Questi nastri garantiscono resistenza alle forature e aiutano la gomma a rimanere piana in modo che renda il miglior contatto con la strada.

Alcuni pneumatici hanno strati ulteriori per contribuire a tenere tutto unito. Questi strati superiori sono principalmente utilizzati su pneumatici con indici di velocità alti soggetti a maggiori sollecitazioni.

Il fianco fornisce la stabilità laterale dello pneumatico, protegge gli strati del corpo e aiuta a mantenere l’aria all’interno. Può contenere componenti aggiuntivi per contribuire ad aumentare la stabilità laterale.

Il battistrada è costituito da una miscela di diversi tipi di gomme naturali e sintetiche. Il battistrada ed i fianchi vengono estrusi (forma condizionata in produzione) e tagliati a misura. Il battistrada è solo gomma liscia a questo punto; essa non ha i battistrada che conferiscono la forza di trazione allo pneumatico .

Tutti questi componenti sono montati nella macchina di costruzione del pneumatico che garantisce che tutti i componenti siano in posizione corretta e quindi forma il pneumatico in una forma e dimensione abbastanza vicino alle sue dimensioni finite.

A questo punto il pneumatico ha tutti i suoi pezzi, ma non è tenuto insieme molto strettamente, e non ha alcun marcature o scolpiture del battistrada. E’ quello che si dice un pneumatico verde.

Il passo successivo è quello di passare lo pneumatico in una macchina di polimerizzazione, che imprime a caldo sulla superficie lo stampaggio ditutte le iscrizioni ed modelli di trazione sul battistrada. Il calore lega anche tutti i componenti dello pneumatico insieme. Questo  processo è chiamato vulcanizzazione. Dopo alcune procedure di finitura e di ispezione, lo pneumatico è finito.

Come è fatto uno pneumatico ultima modifica: 2014-08-16T15:12:36+00:00 da infogomme admin

Cosa vuoi aggiungere ? Lascia un commento